Traumi infantili: Prince Of Persia

Qualche giorno fa lavorando una sequenza di danza e canto su una musica persiana, (nuovo spettacolo “Dieci piccoli Siriani”) mi è tornato in mente “Prince of Persia”, uno dei primi giochi con cui ho giocato da piccolo: era il 1989 e avevo 5 anni!

Così mi sono ricordato, vedendo il video dove viene FINITO il gioco, che:

1) la scena dello scheletro mi fece storcere la bocca e venire un brivido di paura su tutta la schiena la prima volta che la vidi: pensare che delle ossa a terra, fino a poco prima inanimate, si potessero rialzare e combattere contro un uomo mi terrorizzò!

 

2) la scena della fialetta di veleno (è quella blu) accuratamente evitata dal giocatore del video,  io la bevvi! E ricordo precisamente la delusione dell’aver perso una vita: tant’è che poi NON BEVVI neanche tutte le altre fialette del gioco! Scoprii tardi che quelle rosse grandi davano il doppio della vita!

 

3) la scena in cui il personaggio si vede allo specchio e si sdoppia, uscendo dallo specchio, forse mi terrorizzò più di quella delle ossa: se alla prima dopo un po’ mi ci abituai, lo specchio rimase sempre un alone sinistro a ogni partita.

 

Rivedendo il video oggi mi viene da ridere, ma è fichissimo scoprire come a distanza di anni, esistono ancora ricordi così precisi!